I NOSTRI PARTNER
             

È mancato Tim Fischer

“La Shangri-la del vapore nel cielo”, così Tim Fischer aveva definito la nostra Primolano nel suo libro “Trains Unlimited” nel 2011, dopo la prima visita alla nostra Rimessa Locomotive.
Tim ci ha lasciati lo scorso 22 agosto dopo una lunga battaglia contro la leucemia. Già Vice Primo Ministro australiano tra il 1996 e 1999, venne designato dal 2009 al 2012 Ambasciatore presso la Santa Sede.
Proprio durante il suo soggiorno italiano era venuto a conoscenza, tramite il nostro amico Bill Parker, dell’esistenza di Primolano, venendoci a trovare per ben due volte e rimanendo molto affascinato dal nostro sito ,tanto da citarlo in uno dei suoi libri e in molte altre occasioni di incontri a livello internazionale. Si informava periodicamente sullo stato di avanzamento lavori augurandoci che la 880 rientrasse in servizio.
La sua vita è stata contrassegnata da esperienze di rilievo. Nato nel 1946, ha partecipato alla Guerra in Vietnam e negli anni ’70 è entrato in politica nel National Party fino a diventare Vice Primo Ministro. Nel 1999, dopo la diagnosi di autismo al primogenito, decise di lasciare la politica per dedicarsi alla moglie Judy e ai due figli.
Ha continuato ad impegnarsi in ambiti sociali nel “Royal Flying Doctors Service” per curare gli ammalati nelle zone isolate australiane e con l’UNHCR.
Sul fronte ferroviario era un grande sostenitore di questo mezzo di trasporto, visto anche come sistema per lo sviluppo economico. Oltre ad essere Patron Onorario di WATTRAIN (la Federazione mondiale per le ferrovie turistiche), la passione lo ha portato a visitare i più importanti siti ferroviari, a scrivere numerosi libri e a condurre trasmissioni radiofoniche su questo affascinante mondo. Durante il periodo di permanenza a Roma organizzò il treno speciale “Caritas Express” Città del Vaticano–Orvieto nel maggio del 2011.

L’ultimo contatto con lui lo abbiamo avuto lo scorso 13 giugno quando, a fine telefonata, ha proclamato con la solennità che lo contraddistingueva, “Good luck Primolano”!